giovedì 29 aprile 2010

Anche tu, virtualmente potrai salvare il mondo e diventare un' eroe.

THE HERO, TU IL NUOVO EROE.

Ti piacerebbe sognare di diventare un super eroe e salavare il mondo?

Magari come si vede nei piu bei film di azione! Essere una leggenda, per tutta la città e su tutti i giornali!

Cliccando sul link che vi darò, comparirà la schermata della terra con la scritta HERO e poi una successiva dove ti verra' chiesto di allegare al video una propria foto, con qualche click sarai immerso in un vero e proprio trailers movie, dove tu vestirai i panni di un eroe che riuscirà a salvare il mondo intero...

ECCO IL LINK PER TRASFORMARTI IN UN SUPEREROE:

http://en.tackfilm.se/

BUON DIVERTIMENTO!!!
CONTINUA A LEGGERE...

Oltre ai sapori di terra in Calabria, esiste anche una buona cucina di mare.

PESCE SPADA ALLA CALABRESE.

Nei post precedenti vi ho parlato di alcune ricette alla calabrese, piu’ che altro di terra, a parte la classica sardella, vi voglio parlare ora, del classico pesce spada e di come viene cucinato in alcune localita’ della bellissima Calabria.

Ingredienti:

- Pesce spada, 800 gr.
- Burro, 100 gr.
- formaggio parmigiano grattugiato, 50 gr.
- origano
- pepe
- sale
- prezzemolo, 50 gr.
- Capperi tritati
- Mollica di pane, 200 gr.
- Olive verdi tritate.

Per 4 persone.

Preparazione:

Prendiamo il pesce spada, possibilmente fresco, e lo tagliamo in 8 fette sottili, e lo disponiamo in una pirofila imburrata e con un pò di pepe e sale spolverato. Facciamo il classico impasto con la mollica e aggiungiamo del parmigiano, prezzemolo, origano, capperi, olive tritate, sale e pepe e infine un po’ di olio di oliva. Ricopriamo il pesce, disposto in precedenza nella pirofila imburrata, con questo impasto appena fatto e inforniamo, lasciando cuocere per circa 10 minuti, fino a fargli prendere colore.

Ecco così, il nostro pesce spada gratinato alla Calabrese.

BUON APPETITO…!!!

CONTINUA A LEGGERE...

sabato 24 aprile 2010

Se non avete un servizio di video cavo e non resistete le voglie di guardare una buona partita di calcio mentre state cenando, arriva “online TV Player”.

 

GRATIS LA TUA TV ONLINE.

Se non avete un servizio di video cavo e avete tanta voglia di guardare una buona partita di calcio mentre state cenando, dovreste dare un’occhiata a questa applicazione che di sicuro sarà di vostro gradimento.

Online TV Player è un programma sviluppato per trasmettere segnali di televisione e simili per mezzo del flusso di video continuo (streaming). Con questa magnifica utility potrete trascorrere interi pomeriggi a guardare i programmi che volete, grazie al suo menù organizzato in categorie che cerca ogni “stazione” per argomento.

Con più di 800 canali di TV e 1450 stazioni radio, con Online TV Player non ci sarà un momento più confortevole. I suoi strumenti di riproduzione comprendono la visualizzazione a tutto schermo, come pure la capacità di supportare quasi tutti i formati di streaming che ci sono.

CLICCA QUI E SCARICA ONLINE TV PLAYER.

CONTINUA A LEGGERE...

Hai cancellato per sbaglio i tuoi dati sulla memory card o sulla pen drive. Ecco come recuperarli.

 

RECUPERARE FOTO, DOCUMENTI E

FILE, DA MEMORY CARD E PEN DRIVE.

Puo’ capitare a volte di essere di non aver tanta dimistichezza con il proprio computer ed i suoi accessori come ad esempio dei dischi removibili: memory card, pen drive, ecc. ecc., e vi puo’ capitare per la non buona conoscenza di essi o per sbaglio di cancellare delle foto della vostra scheda SD della vostra fotocamera digitale e in un secondo tempo volete recuperarle perche’ non le avete salvate sul vostro pc.

Oppure vi può succedere di cancellare per sbaglio dalla vostra pen drive, la tesi della vostra laurea, le canzoni in mp3 del vostro cantante preferito, da ora in poi niente paura e arrivato PANDORA RECOVERY.

Si tratta di un praticissimo programma gratuito che permette di recuperare file cancellati da memory card e pen drive in maniera pratica e veloce. Installalo e finalmente riuscirai a ripescare tutti i file che hai cancellato per sbaglio dai tuoi dispositivi rimovibili, siano essi documenti di Office, MP3, immagini, archivi, video o qualsiasi altra cosa.

 

CLICCA QUI PER SCARICARE PANDORA RECOVERY.

 

CONTINUA A LEGGERE...

mercoledì 21 aprile 2010

L’economia Toscana per poter ripartire alla grande, dice il governatore Rossi, ha bisogno di “PRATO”.

 

tessile. la toscana ha

bisogno di prato.

In carica solo da venerdì, Rossi il nuovo Governatore della toscana, ci tiene a sottolineare di non voler far polemica con nessuno, tanto meno con il governo, anche se qualche frecciatina sugli ammortizzatori sociali la tirata.

a sinistra il governatore della regione TOSCANA Rossi.

«Abbiamo fatto presente che i contributi sono finiti e noi abbiamo continuato ad anticiparli» e specialmente sugli interventi del mondo tessile toscano: «Molte promesse, come sempre, ma di realtà si è visto poco» dice il nuovo governatore a testa alta. L’occasione è l’incontro con gli artigiani pratesi di Cna e Confartigianato, rappresentanti di un settore e di un distretto con l’acqua alla gola.

«Prato — dice Rossi — rappresenta il nodo drammatico di questa crisi, ma anche quello la cui ripresa può fare la differenza. Se riparte Prato, che è sempre stata la locomotiva economica regionale, riparte anche la Toscana e il Governo deve tenere conto di questo». Gli artigiani gli chiedono non solo interventi per l’emergenza, ma un sostegno per far ripartire il ciclo economico. Rossi propone interventi sul credito («il calcolo del rating di chi chiede un finanziamento sia fatto non solo sul 2009 che è stato un anno di crisi profonda, ma su tre anni, dal 2007»), compresa la possibilità per chi si vede rifiutare un prestito di avere una sorta di “appello”.

   a sinistra un’azienda tessile, reparto rifinizione.

Poi annuncia, un altro aspetto molto fondamentale, lo studio di interventi per dare una mano alle aziende sane a non vendere i propri macchinari per sopravvivere; sottolinea la necessità di un laboratorio pubblico per le analisi dei prodotti importati, ma soprattutto auspica la costruzione di un progetto per il distretto tessile da elaborare insieme a istituzioni locali e associazioni. «Forse con un progetto organico il Governo ci ascolterà».

a destra un’azienda tessile reparto follatura.

Infine, un tema molto sentito dagli artigiani, il “made in Italy”. A Prato non va giù la legge che prevede solo due fasi (su quattro) di lavorazione per identificare il “made in Italy”. «Ne servono almeno tre», dicono Confartigianato e Cna. Rossi prende nota e dà appuntamento a breve: «Spero di partecipare presto al tavolo di distretto e lì elaborare insieme progetti di rilancio».

CONTINUA A LEGGERE...

venerdì 16 aprile 2010

RC auto, finite le riduzioni dal 2005 al 2008, arrivano le “STANGATE”.

rc auto. addio al

risparmio.

 

Dal 2005 al 2008, per quando riguarda le RC auto, ci sono state un monte di riduzioni dovute un po’ alla enorme concorrenza e un po’ ai tempi che si corrono, o meglio che si …correvano, perchè in futuro le polizze aumenteranno, questo il succo dell'intervento del presidente dell'Ania (l'associazione degli assicuratori) Fabio Cerchiai in un'audizione in Commissione finanze della Camera.

Tra il 2005 e il 2009, secondo Cerchiai, il prezzo medio dell'assicurazione è calato dell'11,3%, ma già a partire dal 2008, principalmente a causa di interventi legislativi impropri, il conto tecnico è peggiorato a tal punto da costringere le Compagnie a correre ai ripari. Difficile quantificare gli aumenti che arriveranno, in quanto ogni impresa recupererà le risorse in base ai risultati che vuole raggiungere. Tra le altre cause del ricorso agli aumenti, le Compagnie individuano la mancata istituzione dell'agenzia antifrode (che avrebbe potuto contrastare l'aumento delle truffe) e la valutazione dei danni alla persona.

Quello che però Cerchiai non ha detto è che già da tempo le Assicurazioni hanno cambiato il peso dei vari parametri che contribuiscono a formare la tariffa Rc auto: lo hanno fatto per attenuare l'impatto economico delle norme introdotte dall'allora ministro Bersani, prima fra tutte l'assegnazione della classe di merito più favorevole in famiglia ai neopatentati. In altri termini, attribuendo meno valore all'incidenza della classe bonus/malus e dandone di più, per esempio, agli anni di patente e alla età stessa, si riportano le tariffe ai livelli di prima della Bersani. Una sorta di gioco delle tre carte che, non è azzardato ipotizzare, contribuirà a alla stangata in arrivo, con i giovani che sono già tornati a pagare le polizze a caro prezzo.

CONTINUA A LEGGERE...

Dopo la nascita dell’automobile ci fu Carlo Carulli, un cittadino di cremona che si sottopose all'esame di guida.

 

il primo cittadino italiano

che gli fu rilasciata la

patente di guida.

 

Nel 1901 Carlo Carulli, il primo cittadino di Cremona, si sottopose all'esame di guida che si concretizzò in una passeggiata dove lui stesso illustrò all'ingegnere che  stava esaminando i particolari tecnici del veicolo a motore. Ottenne così la licenza di conduttore e nel 1910 costituì la prima attività di servizio pubblico.
Il primo semaforo venne installato a Milano e funzionava quotidianamente dalle 15,15 alle 19,15: si illuminava con una luce rossa indicante lo stop per le automobili e i motocicli; bianca e rossa per il via ai pedoni e lo stop ai veicoli; gialla per il via ai tram; verde per il via alle automobili e ai motocicli. Inizialmente, però, il pubblico, che non era abituato alle segnalazioni luminose, invece di seguirne le indicazioni si fermava a guardare incuriosito,bloccando il traffico.
Ma la regola che ingenerò più confusione fu quella relativa al senso di marcia. Alla fine dell'800, infatti, in alcune regioni si teneva la destra, mentre in altre si teneva la sinistra. A Torino, per esempio, le automobili procedevano "a manca" per seguire i tram.
In qualche città, addirittura, si doveva tenere un senso all'interno del centro, e il senso inverso fuori dall'abitato. La regola generale di tenere la destra arrivò nel 1905, ma con un'importante eccezione. Alle città che avevano più di 25 mila abitanti, infatti, fu data la possibbilità di prescrivere che al loro interno si potesse tenere la sinistra, purchè si fosse provveduto ad avvisare gli automobilisti con appositi cartelli. Com'è ovvio, ne derivò una gran confusione. L'ultimo centro ad abbandonare la circolazione a sinistra, nel 1925, fu Milano, che in questa circostanza venne battuta sul tempo da Roma.

CONTINUA A LEGGERE...

L’automobile, da sempre al nostro fianco, compie cento anni.

 

L'automobile. cento anni

di curiosita'.

Fra le molte e interessanti notizie che riguardano “l’automobile”, da quando e’ nata fino ai nostri tempi, oltre a tutta la sua evoluzione e la tecnologia che la circonda, c'è spazio anche per qualche curiosità.

Come quella che ricorda il primo esemplare di auto mai apparso in Italia. Ad acquistarla,nel 1893, fu Gaetano Rossi, industriale di Piovene Rocchette (Vicenza), che si trovò a guidare liberamente a fianco di pedoni o di cavalli e buoi che, non abituati a un arnese tanto rumoroso, si spaventarono, facendo andare a finire molte carrozze e carri dentro i fossi.

I veicoli a motore, però si diffusero rapidamente e, mano a mano che aumentavano, si faceva sempre più pressante l'esigenza di regolamentare in qualche modo la circolazione.
Cosa che portò, nel 1905, a rendere obbligatoria la patente. Quattro anni prima, però, quando la licenza di guida fu introdotta, la disposizione venne decisamente osteggiata, con la motivazione che il rilascio della patente avrebbe potuto infondere ai neo-guidatori una falsa sicurezza, portatrice di guai.

CONTINUA A LEGGERE...

domenica 11 aprile 2010

Quando diciamo che “ti spuntano le corna”, non e più un detto, ma vera realtà.

 

CINA.:SPUNTA UN CORNO A

DONNA ANZIANA.

Zhang Ruifang,  una donna di origini cinese, ultracentenaria, che abita in un piccolo villaggio di Linlou, lasciato di stucco, come si vuol dire, per uno strano diffetto fisico.

Non sono ancora chiare, tuttavia i medici hanno azzardato la previsione che si tratti di un corno cutaneo, cioè una piccola imperfezione della pelle che nasce di solito a causa di verruche, porri o piccoli tumori alla pelle. In ogni caso è comunque un caso molto singolare.

A questo piccolo corno, non gli abbiamo dato importanza, ma in poco tempo è cresciuto ed ora è lungo 6 centimetri”, ha detto la figlia, 60enne, alla stampa locale.

CONTINUA A LEGGERE...

giovedì 8 aprile 2010

Antivirus costosi e in lingua straniera che se non li sai usare ti devastano il computer: ecco i migliori, gratis e in italiano.

proteggi il tuo pc.

Per proteggere il nostro computer, non e detto che bisogna spendere per forza qualcosa e poi magari e pure in lingua straniera.

Forse non ci crederai, ma esistono un mucchio di antivirus gratis in italiano che non hanno assolutamente nulla da invidiare ai prodotti a pagamento. Proprio l’ideale per dormire sonni tranquilli e dire addio alle minacce informatiche una volta per tutte.

Uno dei primi e AVIRA:    SCARICA DOWNLOAD 

Avira AntiVir figura sempre al primo posto. Si tratta dell’antivirus gratis in italiano più efficace nel riconoscere le principali minacce informatiche (virus, keylogger, spyware, dialer, ecc.) e meno pesante sulla RAM, ciò permette di avere una protezione completa senza influire negativamente sulle prestazioni del PC. L’unica cosa negativa di questo antivirus e la mancanza di scansione della posta elettronica.

Poi abbiamo AVG:           SCARICA DOWNLOAD 

AVG è un ottimo antivirus tra funzionalità e prestazioni. Offre una protezione del sistema, compresa quella per la posta elettronica, si aggiorna frequentemente. 

E infine AVAST:            SCARICA DOWNLOAD 

è la scelta ideale per chi ha un computer non recentissimo o per chi, in ogni caso, mette le prestazioni del proprio PC prima di qualsiasi altra cosa. Offre un’efficace protezione per qualsiasi attività svolta sul computer (navigazione sul Web, P2P, chat, ecc.), impiega pochissimo tempo a scansionare il disco fisso del computer ed ha un’interfaccia utente molto accattivante e semplice da usare.

CONTINUA A LEGGERE...

Basta scaricare musica con Emule, utorrent, ecc. ecc., scaricala gratis da internet.

 

SCARICA MUSICA GRATIS DA

INTERNET.

Spesso e volentieri per avere un bel repertorio di musica di ogni genere, la scarichiamo da EMULE e per avere il nostro brano ci tocca aspettare che il download sia completo, quindi ci vogliono dei minuti o chissa’, forse anche delle ore, dipende dalla velocita’ dei server da cui scarichiamo e dagli upload e tanti altri parametri per poter scaricare veloce.

Pero’ poi, un volta terminato il download del brano, con un determinato nome, che noi abbiamo dato per poterlo scaricare, non e detto che rispecchi con il file scaricato, quindi che ne dite di dare un taglio al passato e farvi conoscere Music MP3 Get.

un programma attraverso cui scaricare MP3 gratis da Internet disponibile in una versione di prova gratuita che consente di scaricare gratuitamente 15 brani di scelta dell’utente. Dopo se non si acquista la versione completa del software, viene scaricato solo il 50% della canzone scelta.

CLICCA QUI PER SCARICARE Music MP3 Get.

CONTINUA A LEGGERE...

sabato 3 aprile 2010

Sotto Pasqua un po’ di dolcini ci starebbero bene, parliamo quindi di un biscotto tipico Calabrese, “LA CUZZUPA”.

 

la cuzzupa" calabrese.

 

 cuzzupa images imagesCAJ1VGST

Siamo alle porte di Pasqua e che ne dite di un po’ di dolcini, magari dopo tutta quella robina forte: salsiccia, ‘nduja, sardella, qualcosa di delicato non farebbe male!!!

In questo post volevo farvi conoscere un dolce tipico calabrese, chiamata CUZZUPA che ha origini molto antiche e viene preparata, per tutti i componenti della famiglia come simbolo di augurio. In tempo di guerra il cioccolato costava molto, quindi venivano fatti questi dolcini e prendevano tutte le forme piu’ immaginabili e in piu’ veniva messo, un uovo benedetto come simbolo pasquale e i bambini aspettavano questo momento davvero con tanta gioia.

images 2

La “Cuzzupa” come detto prima veniva fatta per ogni membro della famiglia, se invece viene regalata dalla suocera al genero se lei mette 7 uova vuol dire che dal fidanzamento si è prossimi al matrimonio, se invece mette 9 uova vuol dire che la promessa di fidanzamento era rinnovata.

Ingredienti e preparazione della Cuzzupa Calabrese dosi per 6/8 persone:

Ingredienti:

  • Uova: 6
  • Zucchero: 500 gr
  • Farina: 1 kg
  • Olio: 250 ml
  • Latte: 125 ml
  • Lievito: 2 bustine e mezza
  • Limone: 2

Preparazione

Mettete le uova con lo zucchero in una ciotola e mescolate, poi aggiungete la scorza grattugiata di due limoni, il latte e l’olio, mescolate rapidamente e poi unite gradualmente la farina e il lievito setacciati insieme. Impastate bene fino ad avere un composto omogeneo

Create le cuzzupe per i vostri familiari inserendo una o più uova sode e facendo varie forme diverse come bambini, farfalle, colombe, cestini, ciambelle, poi metteteli in una teglia con la carta da forno, pennellate la superficie con un uovo con un pò di zucchero e poi infornate a 180°C per 35 minuti.

CONTINUA A LEGGERE...