domenica 28 agosto 2016

Lamezia Terme: "Nice to meet you", la manifestazione degli immigrati in memoria dei terremotati

Sono richiedenti asilo politico in Calabria e hanno voluto dare il loro segno di solidarieta' alle zone colpite dal sisma , con i "sambusa".
Un piatto tipico del Kenia, che molto probabilmente servira' per ricostruire un pezzo di Amatrice, rasa al suolo il 24 agosto.
 "Nice to meet you", questo e' il nome della manifestazione, che ieri sera si è svolta sul lungomare di Falerna, sul quale, i richiedenti asilo politico in Calabria, ospiti degli Sprar e gestiti dalla cooperativa Mediaglob, si sono cimentati in un loro piatto tipico del Kenya, "I Sambusa".
Sudanesi, Pachistani, Somali, Nigeriani hanno avuto in concessione gratuita, dallo stesso comune di Falerna e dalla Pro-Loco, un chiosco e un gazebo per poter preparare i loro piatti tipici da far assaggiare ai turisti e residenti del paese tirrenico.
Giorni di festa all'insegna del sapore afrodisiaco e del divertimento, dove le offerte ricavate in questi due giorni, che dovevano essere utlizzate per ricostruire i laboratori dei centri Sprar, sono state invece destinate alle popolazioni che due giorni fa, sono state colpite dal terremoto.
Hanno visto una parte del paese che li ha accolti e li ospita, sprofondare nell'entroterra, immagini devastanti che in qualche maniera hanno risvegliato in loro scene di morte, macerie e distruzione che forse la maggior parte ha vissuto.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE I SEGUENTI ARTICOLI:

    CONTINUA A LEGGERE...

    giovedì 25 agosto 2016

    La Calabria si unisce all'emergenza del terremoto a Rieti, inviando i propri aiuti.

    Sono gia' all'opera i Vigili del Fuoco inviati dalla Regione Calabria per soccombere gli aiuti al devastante terremoto che mercoledi' 24 agosto, a scaturito l'inferno in varie localita' di Rieti.
    E' partito dalla Calabria il GOS Gruppo Operativo Speciale, dei vari comandi provinciali della Regione, arrivati sul luogo con pesanti mezzi di movimento terra dotato di un efficente supporto logistico.
    Ad annunciarlo e' stato il Presidente della Regione Mario Oliviero, inviando sul posto, una colonna mobile con moduli di assistenza e una predisposizione di campo per piu' di 250 persone.
    Un numero elevato, che ha fatto dell'intero centro di Amatrice, un cumulo di macerie, causando centinaia di vittime innocenti.
    Un epilogo straziante, che fa davvero meditare e riflettere, come la stessa protezione civile che spiega quali sono i rischi anche per la regione Calabria, dove abusivismo e indifferenza, a volte, sono all'ordine del giorno.
    Cosi' come spiega Oliviero, dove il problema fondamendale, non e' il terremoto che uccide, ma le case costruite male senza nessun criterio di sicurezza e norme antisismiche.
    Basta pensare al Giappone sottolinea il Presidente Calabrese, dove vengono costruiti immensi grattacieli che possono resistere a terremoti di magnitudo 8, che paragonandolo a magnitude 6, come il sisma di ieri, non avrebbe fatto nemmeno notizia.

    TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE I SEGUENTI ARTICOLI:
     
    CONTINUA A LEGGERE...

    mercoledì 23 dicembre 2015

    Crotone in Serie A e il nuovo stadio. La nuova favola Calabrese.

    Il grande Crotone del Calcio sta davvero lasciando tutti i suoi tifosi a bocca aperta.

    Una nuova ed entusiasmante stagione calcistica per la squadra calabrese, che sta vivendo la sua avventura calcistica all'insegna della professionalita' e del dinamismo, tanto da far sognari sia la societa' che i propri tifosi, alla massima serie.

    Si e' proprio cosi, il sogno del presidente Vrenna e di tutta la Calabria, di riuscire a competere la prossima stagione calcistica, con i grandi della serie A.
    Una squadra che ormai e' decollata, un orgoglio sportivo e calcistico di tutta la regione e potrebbe diventare la terza squadra calabrese ad approdare nella massima serie di calcio italiano dopo il Catanzaro, che e' riuscito  a rimanerci  per ben 7 stagioni tra gli anni'70 e gli anni '80, alla guida del mitico Palanca. 
    Per non dimenticarci della mitica Reggina che dal 1999 al 2009 c'è stata per 9 entusiasmanti stagioni.

    Una favola quella del Crotone che dura ormai da piu' di vent'anni, quando nel lontano 1991, la vecchia societa' pitagorica, un piccolo club a livello dilettantistico fondato nel 1923 approdando solo nei campionati intereggionali, falli', prendendo le sue redini i Fratelli Vrenna.
    Raffaele e Gianni, oggi rispettivamente presidente e amministratore delegato, "tirano su" l'A.P. Nuova Crotone M.J.
    Oggi il Crotone e' in fuga verso la serie A: 18 partite con 40 punti in classifica, frutto di 12 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte, con il miglior attacco del torneo, affidando la squadra ad Ivan Juric, divulgando un calcio spettacolo, davvero starordinario.
    E cosi' il grande Gualtieri creatore della squadra calabrese, pensa anche al nuovo stadio, dicendo che l'Ezio Scida anche restando in serie B, non e' piu' in grado di accogliere tifosi e calciatori.
    Ascolteremo tutte le esigenze del territorio dice Gualtieri, vedendo i progetti anche in grande come ad esempio la realizzazione di un nuovo impianto, anche perche' il Crotone e' una tradizione sportiva, restando sempre una delle citta' delle Olimpiadi, quindi che possa arrivare in serie A non c'è da meravigliarsi, anche perche' sara' tutto il sud a tifare per la nuova favola della Magna Grecia.

    POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE I SEGUENTI ARTICOLI:



    CONTINUA A LEGGERE...